Cos'è la generatività sociale?

Progetto Senza Titolo

La generatività sociale è un nuovo modo di pensare e di agire personale e collettivo che racconta la possibilità di un tipo di azione socialmente orientata, creativa, connettiva, produttiva e responsabile, capace di impattare positivamente sulle forme del produrre, dell’innovare, dell’abitare, del prendersi cura, dell’organizzare, dell’investire, immettendovi nuova vita.

È un dinamismo che vivifica e continuamente rinnova le forme sociali evitandone la stagnazione.

Essere generativi significa “mettere al mondo” e “prendersi cura” di quanto generato così che questo possa crescere e fiorire. A quel punto è necessario “lasciarlo andare”, ovvero capacitarlo, autorizzarlo, renderlo libero. Tale dinamica, se letta in chiave sociale, può riguardare la nascita o la rinascita di un prodotto o di un servizio, un’impresa, una relazione, una nuova forma sociale, un progetto.

Possono dirsi generative quelle organizzazioni che allestiscono le condizioni per capacitare e abilitare la generatività personale e di gruppo.

Tre sono le coordinate che regolano questo processo complesso e che rileggono il legame sociale:

1
2
3

L’Archivio della generatività sociale si configura come un osservatorio della capacità generativa del Paese. Accessibile a un pubblico eterogeneo – dai policy makers agli studenti, dalle categorie produttive all’accademia – l’Archivio ha scopi multipli: comunicativi, formativi, culturali e scientifici.