Cattura
11 Maggio Mag 2017 1110 one month ago

L’ITALIA DELL’ECONOMIA CIVILE III Edizione: “Critica della ragione manageriale”|16-17 giugno 2017

Redazione

L’ITALIA DELL’ECONOMIA CIVILE III Edizione: “Critica della ragione manageriale”

16-17 giugno 2017

Polo Lionello Bonfanti

Figline e Incisa Valdarno (FI)

Il management contemporaneo si presenta come una tecnica obiettiva e razionale e un insieme di strumenti e procedure per una gestione performante delle organizzazioni. Da qui il suo grandesuccesso,che dall’economia sta migrando verso la politica, la scuola, contaminando ogni altra forma di organizzazione. La nuova ideologia manageriale sta però producendo un impressionante riduzionismo della scienza economica, ed in particolare un appiattimento della teoria delle motivazioni dei lavoratori a favore della promozione della figura dei leader. Questi, diversamente dai dirigenti d’un tempo, devono possedere carisma, fascino, attrattività, saper non solo aumentare l'effi- cienza, ma suscitare l’adesione intenzionale e libera dei seguaci agli obiettivi dell’azienda. Di fronte a questo scenario, sorge urgente il bisogno di una “critica della ragione manageriale”, che cerchi di comprendere quanto sta avvenendo nel mondo delle imprese, guardi più da vicino questo universo poco esplorato dal pensiero critico e rilanci il tema delle responsabilità dei manager.

Dialogheremo, tra l’altro, con:

Leonardo Becchetti, Università di Tor Vergata

“La mancanza di responsabilità (sociale, ambientale e fiscale) come fattore di rischio per l'impresa”

Luigino Bruni, LUMSA

“Sine merito? Incentivi e meritocrazia”

Alberto De Toni, Università di Udine

“L’innovazione all’interno della cultura manageriale”

Andrea Granelli, Presidente di Kanso

“La crisi della leadership nell’era del digitale”

Ugo Morelli, Università di Bergamo

“Lavorare insieme. Critica della retorica manageriale e ricerca dei significati vicendevoli nel lavoro”

Renato Ruffini, Università Liuc

“Per un nuovo discorso sul management: l’approccio critico per il recupero di un management civile”

Giulio Sapelli, Università di Milano

“Tutto quello che le business school non dicono sui manager”

Stefano Zamagni, Università di Bologna

“L’impresa come agente politico: la fallacia del totalismo aziendale”

Per info e iscrizioni http://www.scuoladieconomiacivile.it/articoli/dettaglio.php?id=137