E6baf85d Fe21 4133 8Eec 9164F906552b (1)
21 Novembre Nov 2017 1144 22 days ago

Nasce SocialFare Seed, il primo seed per sostenere startup a impatto sociale

Redazione

Parte da Torino il veicolo finanziario dedicato a supportare con un capitale iniziale (seed) da € 20K a € 50K le startup a impatto sociale selezionate per i programmi di accelerazione di SocialFare. Il veicolo inizierà ad investire proprio da questa edizione 2017, investendo 500K€ all’anno per tutte le startup selezionate tramite la call FOUNDAMENTA e accelerate da SF.

SocialFare Seed è una realtà privata fondata da impact investors che rappresentano family office come FINDE, fondazioni bancarie e private come la Compagnia di San Paolo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e la Fondazione Mario ed Anna Magnetto, e business angels come Manilo Marocco. Il veicolo è partecipato anche da SocialFare, promotore del modello sistemico a favore della nascita e crescita di nuova imprenditorialità sociale. Si tratta di un esempio unico per il panorama italiano e certamente innovativo.

In Italia la dimensione di asset gestiti nell’impact investing è destinata a crescere fino a tre miliardi di euro nel 2020 secondo la stima del centro Tiresia (Politecnico di Milano) [Report Uno sguardo all’impact investing in Italia, 2016]. Nata per cogliere le sfide della sostenibilità, la finanza a impatto sociale ha conquistato big come Ubs, Merrill Lynch e Deutsche Bank, che hanno lanciato i primi impact fund. Ora l’impact investing sta dando anche in Italia segnali di vivacità, per quanto il mercato continui a presentare ancora potenzialità inesplorate. La necessità di colmare tale gap ha iniziato a trasformare il terzo settore e la filantropia, cambiando profondamente i vecchi modelli decisionali e di intervento, come attestato anche dalla Riforma del Terzo Settore recentemente approvata.

In questo scenario in evoluzione, già dal 2015 SocialFare aveva lanciato la prima proposta che si sarebbe situata come modalità di raccordo ed attivazione tra la nascita di nuova impresa a impatto sociale e la finanza sociale: il programma di accelerazione per startup ad impatto sociale, giunto oggi alla sua quarta edizione.

La Compagnia di San Paolo ha da subito creduto nell’ambizioso progetto di introdurre a Torino il modello internazionale dell’acceleratore di innovazione sociale, e ha sostenuto SocialFare sin dal 2015; la creazione di un veicolo che supporti le start up con seed capital è un’importante passo per la capacità di attrarre talenti e iniziative di qualità.

“L’utilizzo degli investimenti a ricaduta sociale”, ha dichiarato Giandomenico Genta, Presidente della Fondazione CRC, “è una delle frontiere di innovazione per le fondazioni: la sfida è perseguire gli obiettivi sociali mettendo in gioco risorse ancora più ingenti dei fondi erogativi. Con SocialFare Seed questo approccio virtuoso si sposa con un’altra prospettiva di grande importanza: lo sviluppo e la patrimonializzazione di nuove imprese sociali, soggetti fondamentali perché coniugano la risposta ai bisogni sociali di oggi e di domani con la creazione di opportunità lavorative”.

“SocialFare Seed rappresenta un passo chiave nel modello di convergenza utile a generare un sistema dotato di strumenti innovativi che possano accelerare la nascita e la crescita delle imprese a impatto sociale.” Ha aggiunto Laura Orestano, CEO di SocialFare e Presidente di SocialFare Seed.

"SocialFare Seed è l'occasione per mettere le mie competenze a servizio delle startup partecipate e aiutarle nel loro sviluppo. Dopo una carriera di più di 30 anni, prima come responsabile delle attività di banca d’affari della Salomon Brothers in Italia e poi nel Private Equity, ho creato un mio veicolo di investimento per acquistare partecipazioni in aziende europee di media dimensione. Sono ora pronto a/curioso di confrontarmi con la dimensione impact proposta da SocialFare Seed." Manilo Marocco, amministratore delegato di SocialFare Seed.

Le startup selezionate riceveranno un seed all’ingresso del programma di accelerazione di SocialFare: boost importante per le startup, che consente loro di sostenere la fase di sviluppo ed implementazione del prodotto/servizio, validazione del modello, verifica della ricettività del mercato e costruzione della propria scalabilità.

La quarta edizione del programma di accelerazione è appena iniziata, lunedì 13 novembre 2017 presso Rinascimenti Sociali, in via Maria Vittoria 38 (Torino) e le startup selezionate tra le oltre 100 candidature pervenute, che riceveranno il primo investimento da parte di SocialFare Seed, sono:

Ethicjobs, modello innovativo di valutazione e certificazione della qualità del luogo di lavoro.

FREEDA, app e sistema che mira a rendere sicure le strade cittadine per le donne che vivono in città o che viaggiano da sole.

PRS, impresa sociale nata per trasformare l’esperienza decennale di Paratissima in servizi su misura per artisti emergenti ed operatori del mondo dell’arte contemporanea.

Sfashion Fruits, idea di business che mira a dare una seconda possibilità alla frutta e alla verdura invendute o scartate unicamente per motivi estetici, trasformandole in succhi, snack e marmellate.