IMG 0093
22 Dicembre Dic 2017 0853 6 months ago

"Hanno tutti, come me, il futuro nel passato"

Buona Nascita!

Redazione

La Terza Giornata della Generatività Sociale promossa dall'Archivio della Generatività Sociale, con il sostegno del Gruppo Unipol, Fondazione Cattolica Assicurazioni e Fondazione Cariplo, tenutasi a BASE Milano lo scorso 2 dicembre 2017, è stata occasione per intessere trame di riflessione atte a ricucire passato e futuro attraverso le imbastiture del nostro agire presente.

<<Etimologicamente, generare è collegato a «generosità», «genialità», «genitore», tutti termini che condividono la stessa radice gen. Da qui scaturiscono espressioni come «dare alla luce», «germogliare» o, in altre parole, «mettere al mondo» in modo durevole, «dare la vita», «abilitare». È così evidente che il generare (non solo in senso biologico ma soprattutto simbolico), lungi dall’essere un imperativo morale calato dall’alto, è un movimento antropologico originario che apre le persone al mondo e agli altri, così da metterli in grado di agire efficacemente e contribuire creativamente al miglioramento dei contesti in cui agiscono.

Quando ciò accade, si realizza un circolo virtuoso per cui l’individuo riesce a raggiungere un certo livello di soddisfazione personale, arricchendo allo stesso tempo il contesto sociale>>, scrive Mauro Magatti come commento alla Giornata.

Il racconto dell'evento come augurio di Buone feste:

IMG 0126
IMG 0096
IMG 0087
Attr
Petrosino
Petrosin
IMG 0099
Lurisia
Becchetti
Margutti
IMG 0117
IMG 0096
IMG 0110
Becchetti 1
IMG 0131
IMG 0106
IMG 0111
D'angelo
Dotti
Rapaccini Alleanza
IMG 0148
Tw Magatti
IMG 0108
IMG 0109
IMG 0094

"E poi ripenso alla bella giornata di ieri a Milano ed a quello che potrebbe essere e che forse non sarà .....ma anche a quello che invece forse sarà nonostante tutto, nonostante noi...

La cosa più difficile è forse davvero saper ricevere proprio quando il dono (una proposta, un progetto, un affetto, una intuizione) è immensamente sproporzionato rispetto ai nostri meriti, alle nostre capacità e previsioni...alla nostra stessa attesa..

Perché il dono richiede proprio quella nostra "minorità" negata che " tutti chiamavano sterile" e che diventa generativa, quasi a volerci restituire il significato che ci ricorda le nostre dimenticanze e l'inutilità degli idoli messi al mondo.

Sino a giungere a segnare la distanza tra fertilità e fecondità :

"dove è la vita che abbiamo perduto vivendo..?.dove è la saggezza che abbiamo perduto sapendo..?.dove è la conoscenza che abbiamo perso nell'informazione....?" (T.S.Eliot)

"Prepotenza, impotenza,deponenza"

Fertilità, sterilità, fecondità

Una chiave di lettura...ma anche un percorso, una gestazione dal potere alla deponenza.

Nascere una seconda volta.

Qualcosa, Qualcuno compirà l'attesa inatteso.

In questo tempo questo a noi é dato : "di pensare alla giusta semina e non al raccolto"

Francesco Passalacqua

BUONE FESTE!