Image2
12 Aprile Apr 2018 1247 5 months ago

#TakeoverGenerativo | Penny Wirton #Day4

Boubacar Coulibaly

Redazione
Image2

Boubacar Coulibaly nasce in MAli nel 1988.

HA fratellastri da parte di madre ma è figlio unico da parte di padre.

Ha acnora la madre, ma non più il padre. Ha lavorato cinque anni come elettricista in Mali.

Ha un figlio, Generbar, che ora ha 4 anni e vive con la nonna. Non è sposato e non ha voluto sposare la madre di suo figlio. Non conosce suo figlio, non sa nulla di lui poiché lo ha lasciato che aveva solo un mese. Riceve però sue foto sul telefonino.

Dice di essere partito per motivi personali per conoscere altri luoghi e altre culture.

IL VIAGGIO VIA TERRA

Partenza dal Mali nel 2003. Viaggio a tappe in auto. Bourkina Faso e poi Niger (un giorno); NIger poi Libia (3 giorni). Destinazione: Tripoli in Libia, dove uno zio, fratello di suo padre, lavora come muratore da 15 anni. Resta a lavorare a Tripoli per tre anni, insieme allo zio, finché quest'ultimo scompare e non se ne sa più nulla. Si suppone sia stato ucciso. Da chi e come non si sa. Rimane nella casa ancora un mese. Poi compare il proprietario che gli intima di andarsene. Gli dice che i soldi libici non valgono in Mali perché non c'è una banca per cambiarli. Glieli chiede per pagargli il viaggio in Italia via mare. Parla francese ma non vuole andare in Francia perché gli hanno detto che la vita è più dura e più costosa che in Italia.

IL VIAGGIO VIA MARE

Consegna tutti i soldi per pagarsi il viaggio. Rimane a Sabratha due settimane. Vciene poi imbarcato di notte (h. 24) su un gommone, insieme a latre 154 persone. Tre moriranno soffocate, per mancaza di spazio sufficiente. Dopo alcune ore (h.6) sono raccolti da una nave tedesca, su cui vengono trasbordati dieci alla volta. Vengono assegnati braccialetti individuali e vengono dati vestiti asciutti. Dopo tre ore la nave tedesca si è avvicinata a una nave della marina italiana. Nuovo trasbordo. Dopo un giorno di viaggio, dalla nave italiana vengono sbarcati vicino Siracusa.

IL VIAGGIO VIA TERRA IN ITALIA

Sbarcano 500-600 persone che vengono rifocillate. A sera vengono fatti salire su un pullman e portati al Nord. Non sono consultati sulla destinazione. Il pullman (60 persone) arriva a Bresso. Lì si fermano per qualche ora e poi sono fatti salire su un auto (8 persone) alla volta di Milano, via Corelli. Vi resterà per sei mesi. Saranno "buttati fuori".