Sextantio: un nuovo turismo che riscopre la bellezza

  • Sextantio Albergo Diffuso Srl

    Impresa

    Santo Stefano di Sessanio (L'Aquila)

Redazione

Sextantio è un "albergo diffuso" situato a Santo Stefano di Sessanio, piccolo borgo sulle montagne dell'Abruzzo. L'idea generativa che sta alla base del progetto è quella di ridare vita al passato favorendo un turismo sensibile e sostenibile, salvando il patrimonio storico diffuso da un progressivo abbandono.

Santo Stefano di Sessanio è un piccolo borgo incastonato nelle montagne dell'Abruzzo. Al centro dei flussi della ricchezza sotto la famiglia dei Medici, l'area conosce in seguito un progressivo abbandono. Daniele Kihlgren, filosofo e imprenditore, attraversando casualmente la zona, vede il borgo e se ne innamora. Decide così di avviare un progetto tanto ambizioso quanto geniale: trasformare Santo Stefano in un albergo diffuso destinato ad un turismo raffinato, sensibile alla bellezza e all'arte e in ricerca di luoghi in cui convivano armonicamente paesaggio naturale ed antropico, passato e futuro, arte e tradizione.

Nasce Sextantio che attira ben presto l'attenzione delle maggiori testate giornalistiche internazionali. In breve tempo i dati della ricettività alberghiera si gonfiano, i valori immobiliari crescono, altre attività economiche si aggiungono. E' un'idea di sviluppo territoriale sostenibile, quella di Kihlgren, attenta al passato, minuziosamente recuperato e valorizzato, e al futuro attraverso la rinuncia all'edificazione.

Daniele acquista altri 10 borghi nel Sud Italia in un crescendo di impegno non solo economico ma anche culturale e sociale. La sua inesauribile spinta etica lo porta ad interessarsi, dopo un viaggio in Africa, alla difesa del diritto alla salute per la popolazione rwandese, trovando una soluzione originale al problema dell'accesso sanitario per le fasce più deboli.

www.sextantio.it

Video a cura di Cinzia Petito, ALMED, master in giornalismo, Università Cattolica di Milano.

Allegati