Bollenti spiriti: politiche per i giovani con i giovani

  • Regione Puglia

    Istituzione

    Bari

Redazione

Bollenti Spiriti” è il programma di politiche giovanili della Regione Puglia il cui punto di forza è costituito dalle articolate forme di partecipazione che vedono partner attivi degli interventi gli stessi giovani. Il programma punta su una forma di partecipazione sociale “espressiva” (cogliere una chance) piuttosto che “strumentale” (utilizzo delle risorse) che mette al centro l’idea di essere parte di una comunità il cui sviluppo futuro viene fatto dipendere dalla capacità di attivare e valorizzare risorse presenti sul territorio e dalla combinazione di azione di soggetti istituzionali e della società civile.

Bollenti Spiriti” è il programma di politiche giovanili della Regione Puglia il cui punto di forza è costituito dalle articolate forme di partecipazione che vedono partner attivi degli interventi gli stessi giovani. Il programma punta su una forma di partecipazione sociale “espressiva” (cogliere una chance) piuttosto che “strumentale” (utilizzo delle risorse) che mette al centro l’idea di essere parte di una comunità il cui sviluppo futuro viene fatto dipendere dalla capacità di attivare e valorizzare risorse presenti sul territorio e dalla combinazione di azione di soggetti istituzionali e della società civile. Il Programma prende avvio attraverso l’azione congiunta di un gruppo di giovani esperti in start up di impresa e i tecnici dell’Assessorato alle Politiche Giovanili che nel 2005 – nella persona dell’allora Assessore e ideatore del programma Guglielmo Minervini – mettono a punto una serie di iniziative pensate specificatamente per promuovere i talenti dei giovani pugliesi.

Bollenti Spiriti

Il nome evocativo del programma si giustifica nell’intenzione iniziale, quella di considerare i giovani come “una risorsa e non come uno dei problemi della Puglia”, ponendo l’accento su “talento, energia e voglia di partecipare. Sullo spirito, insomma!”. A partire da una delibera della Giunta regionale (del 2005), il progetto si è dispiegato attraverso una serie di azioni, come per esempio: il finanziamento – mediante una sorta di “contratto etico” - di borse di studio per circa 5000 giovani neolaureati; la realizzazione dei “Laboratori Urbani” attraverso la ristrutturazione di edifici in disuso o confiscati alla criminalità e trasformati in luoghi per sostenere la creatività giovanile; l’implementazione di un percorso denominato “Principi Attivi” a sostegno della micro-imprenditorialità giovanile sul territorio. Nel suo complesso, “Bollenti Spiriti” – tuttora portato avanti dal nuovo assessore alle Politiche Giovanili Nicola Fratoianni che ha dato continuità alle azioni puntando a una maggiore connessione del programma con iniziative legate al campo della politica economica e industriale della Regione -, costituisce oggi il più importante investimento economico realizzato da un ente regionale italiano a favore dei giovani. Esso si confronta con la sfida, da un lato, di traghettare un territorio al di fuori della crisi attraverso scelte aderenti alle caratteristiche peculiari di un luogo e della sua storia e, dall’altro, di mantenere e al contempo allargare, a fronte di risorse economiche scarse e di rigidità burocratiche locali, la partecipazione dal basso, la comunicazione partecipata e l’elemento relazionale che costituiscono i punti nevralgici e generativi su cui si regge l’originalità delle politiche.

www.bollentispiriti.regione.puglia.it

Staff Bollenti Spiriti
Servizio politiche giovanili e cittadinanza sociale
Via Celso Ulpiani, 10 - 70125 - Bari
tel 080.540.28.70

Regione Puglia

Via Giuseppe Capruzzi 212
Bari

Guglielmo Minervini -assessore promotore programma.

g.minervini@regione.puglia.it

Video a cura di Cristina Lonigro, scuola di giornalismo Almed

Multimedia

Allegati