MASMEC | Il lavoro è un bene comune

  • MASMEC

    Impresa

    Modugno (BA)

    Masmec è un’azienda specializzata in tecnologie di precisione, robotica e meccatronica.

    La MASMEC è promotrice della nascita della Fondazione  ITS  “A. Cuccovillo” - Area Nuove Tecnologie per il Made in Italy – Ambito Meccanico – Meccatronico –Energia, tra i primi ITS a nascere in Italia, il Cuccovillo inizia ad erogare i primi corsi nel novembre 2011.

Redazione

Nata in Puglia nel 1988 su iniziativa di Michele Vinci, la Masmec è un’azienda specializzata in tecnologie di precisione, robotica e meccatronica. Grazie ad un sistema vincente basato sulla capacità di corrispondere pienamente alle esigenze di ciascun cliente, l’azienda è divenuta negli anni leader nel settore automotive e biomedicale, con un export pari al 50% del fatturato.

In Masmec oggi lavorano 200 collaboratori di cui l’età media è 40 anni.

Lavorando in campi d’avanguardia e altamente competitivi, la Masmec si è posta fin dalla sua fondazione la questione di come poter mantenere elevata la capacità di innovazione.

Ciò si è tradotto in uno sforzo importante in Ricerca & Sviluppo (annualmente l’azienda investe circa 15% del fatturato in innovazione e coinvolge il 20% dei collaboratori) e nella crescita continua delle risorse umane, nella convinzione che sia soprattutto la qualità dei collaboratori a fare la differenza.

Fin dagli anni Novanta, Vinci si rende conto, però, dalla difficoltà di trovare lavoratori all’altezza delle richieste del mercato. Università e scuola superiore – i due bacini da cui la Masmec attinge le competenze necessarie al suo sviluppo – appaiono spesso lontane dai reali bisogni dell’impresa.

Android 2048406 1920
Board 409582 1920
Maxresdefault

Ciò spinge la MASMEC, sotto la nuova direzione della figlia di Michele, Daniela, a diventare promotrice di un’alleanza territoriale che porterà alla nascita della Fondazione ITS “A. Cuccovillo” - Area Nuove Tecnologie per il Made in Italy – Ambito Meccanico – Meccatronico –Energia.

Tra i primi ITS a nascere in Italia, il Cuccovillo inizia ad erogare i primi corsi nel novembre 2011.

Gli ITS istituti tecnici superiori sono scuole post diploma, alternative all’università, e partecipate dalle imprese. Questi ultimi sono incardinati in oltre 90 fondazioni a livello nazionale. Essi svolgono un ruolo fondamentale nel connettere mondo della scuola e mondo delle imprese, nell’aggiornare e qualificare le competenze degli studenti e nel favorirne l’inserimento nel mercato del lavoro.

Nella compagine dei partner dell’ ITS Cuccovillo vi sono enti e istituzioni pubbliche e private (tra i quali la Città Metropolitana di Bari, Confindustria di Bari, diversi istituti di istruzione secondaria superiore, enti di formazione, università e centri di ricerca), ma soprattutto oltre 30 tra le imprese più innovative del territorio che compartecipano alla definizione dei programmi e alla continuo aggiornamento dei contenuti (tra le quali, oltre alla Masmec, anche la Bosch).

Le imprese contribuiscono anche alla formazione degli studenti attraverso il coinvolgimento dei proprio collaboratori che diventano veri e propri docenti, in aula e on the job.

I risultati del modello sono particolarmente interessanti soprattutto sul fronte dell’inserimento lavorativo. Un solo dato: l’ITS Cuccovillo – eccellenza tra gli ITS del Sud – vanta oggi un placement superiore all’85%.

Se compariamo tutto questo con i numeri della disoccupazione giovanile al Sud e con quelli della crescente emigrazione all’estero dei giovani italiani è facile comprendere la rilevanza di questo tipo di formazione e di alleanza territoriale.

Capacitor 1835729 1920

L’esperienza presenta diversi elementi di generatività sociale.

Da sottolineare è soprattutto l’attenzione che le parti in gioco pongono sulla produzione di un valore condiviso attraverso la crescita di tutta la compagine territoriale – le imprese, la scuola, la comunità locale, le nuove generazioni.

La Masmec incarna una precisa idea di impresa generativa in grado di coniugare soddisfacenti risultati economici con un positivo impatto sociale (lavoro, formazione, relazioni territoriali, produzione di fiducia) nel quadro di un orizzonte temporale ampio che sfugge dal rischio di una centratura proprietaria.

Consapevole dell’interdipendenza dei soggetti e dei fattori in campo, investe nella crescita dei giovani talenti per garantirsi essa stessa un futuro e per contribuire allo sviluppo della comunità in cui è innestata. In questo senso la MASMEC è un’impresa contributiva e sostenibile.

L’ITS si propone quale nuovo attore capace di fungere da interfaccia connettivo tra imprese, istituzioni, famiglie e giovani, in un gioco win-win, collaborativo e reciprocamente abilitante.

I collaboratori delle imprese coinvolti nella formazione appaiono motivati da un coinvolgimento personale in una relazione formativa dai risultati tangibili e dalla soddisfazione che deriva dal veder crescere giovani preparati e appassionati al fare bene.

Concept 1868728 1920

Gli studenti, a loro volta, riescono a sviluppare percorsi di qualità conformi alle loro attitudini; trovare con maggiore facilità spazi di lavoro “vero”, rispettoso, capacitante e motivante; rendersi autonomi e progettare il loro futuro nel loro territorio.

Come ricorda Stefano Micelli in un suo recente articolo su Il Sole 24 ore, gli ITS sono una risorsa fondamentale per lo sviluppo del Paese, eppure raccolgono oggi solo un numero limitato di studenti se paragonati alle Fachhochschule tedesche e agli istituti francesi che garantiscono un Brevet de Technicien Supérieur.

C’è dunque molto da fare, ma l’esperienza di Masmec e dell’Istituto Cuccovillo sono lì a raccontare come potrebbe essere il futuro.