COSTELLAZIONI (7)
13 Febbraio Feb 2017 1237 2 years ago

Rigenerare

Costellazioni

Di

Due storie di rigenerzione, civico 81 e la ragnatela.

Due storie concrete e visionarie.

Rigenerazione di relazioni, di luoghi, di tradizioni. Due storie che fanno bene al cuore, che rinnovano la speranza in questi tempi faticosi. Due storie semplici che sanno rileggere la trama della vita quotidiana con concretezza e libertá.

Storie di capacitazione delle persone e di alleanza comunitaria, dove legame sociale e condivisione di senso sono al centro delle scelte organizzative e della sosteniblitá economica.

Civico 81 é il frutto di un lungo percorso che diverse cooperative sociali hanno fatto all' interno del consorzio sol.co Cremona. Percorso che converge nel ridare piena vita ad un luogo ricco di tradizione nel centro della cittá : l' ex seminario dei Saveriani.

Oggi in questo luogo trovano vita un Bistrò, che prepara pasti utilizzando prodotti che provengono da attivitá di agricoltura sociale, una residenza per studenti, due comunitá per adolescenti in uscita da percorsi terapeutici, un luogo di cura per visite mediche specialistiche, ambulatori di medici di base, uno sportello di servizi alle famiglie del quartiere, un centro diurno per studenti immigrati, uno sportello per l' inserimento e l' orientamento lavorativo, un grande spazio per incontri....

Insomma, attenzione alla cura, al lavoro, all' educazione , all' abitare. In un significativo intreccio di legame e di pensiero. Nel cuore della cittá.

La ragnatela è una piccola associazione nata a Chiuduno ( Bg) , dall' intraprendenza di alcuni giovani e di alcune famiglie. Offre accanto alle diverse attivitá classiche di un oratorio, una esperienza educaticva attraverso il lavoro artigianale.

Aggiustare biciclette, ristrutturare mobili, rigenerare e generare oggetti. Piano, piano, l' esperienza cresce, coinvolge, interroga la comunitá. Riconnette adolescenti con anziani. Rilega abilita' consolidate con desiderio di apprendere e di creare.

Questo è il racconto di don Tommaso :

“Raccontare dei sogni che nascono dentro ad un Oratorio è essenzialmente il desiderio che la somma degli ideali, delle relazioni, degli stimoli, delle buone notizie, possa diventare, per chiunque qui abbia speso una porzione della propria vita, qualcosa di valido per la vita tuta intera. L’ esperienza della “ Ragnatela” nasce così, come il desiderio che l’attualità dell’oratorio possa confermarsi in quanto risposta alle esigenze del mondo che cambia. Abbiamo deciso di sospendere il giudizio etico, e piuttosto, di assumere la storia come un dato. Si parte da ciò che siamo,, si parte anche nella nostra piccola provincia bergamasca, da una società che fatica a mettere in dialogo le generazioni, che ha grandi competenze che rischiano di rimanere infeconde, grandi ambizioni giovanili che rischiano di rimanere schiacciate dentro un tempo orfano della prospettiva del domani. Tutto questo e molto più prova ad essere riletto dentro alla piccola esperienza de “ La Ragnatela” . Un luogo ed un tempo innestato nel tradizionale percorso degli adolescenti in oratorio e che punta ad attivare sul piano pratico le capacità dei nostri ragazzi attraverso l’impegno di volontari, artigiani locali, giovani appassionati dell’arte dell’educare e genitori che non si accontentano d i lamentarsi del tempo presente. Nascono così laboratori di sistemazione di biciclette, di falegnameria, di costruzione presepi. Tutto a partire da ciò che è scarto. Perché da sempre gli scarti organici sono i primi fertilizzanti dei nostri orti, così gli scarti del nostro tempo possono diventare la linfa che attiva chi attende, magari inconsapevolmente, almeno una occasione per potersi annunciare come buona notizia per il mondo. Non tutto è naturale o semplice, perché non basta una buona idea…occorre che quella buona idea venga anche raccolta. Si va avanti…certi che la strada, quella buona, la si scopre percorrendola, ostinatamente convinti che la bontà della meta potrà renderla attrattiva così come lo è stato per noi che ci siamo messi in viaggio.”